Serate per la nostra Terra - Odeon Firenze - Gennaio - giugno 2016


Alcuni titoli: HOW TO CHANGE THE WORLD, THIS CHANGES EVERYTHING, BIKES VS CARS, DOMANI, MERCANTI DEL DUBBIO, LOVE THY NATURE


Presto il calendario completo delle proiezioni

L’ agricoltura contadina alimenta il mondo e raffredda la terra - 8 dicembre piazza ss Annunziata ore 10

8 DICEMBRE 2015
TUTTI A FIRENZE PER SOSTENERE 
L’ AGRICOLTURA CONTADINA E LA SOVRANITA' ALIMENTARE DEI TERRITORIUNA RISPOSTA DAL BASSO PER FERMARE IL RISCADAMENTO GLOBAL
La sovranità' alimentare attraverso l' agricoltura contadina e' la vera soluzione alla crisi climatica globale.L’ agricoltura contadina alimenta il mondo e raffredda la terra. 
I nostri governi, ormai completamente assoggettati alle multinazionali, privatizzano la ricchezza dei territori e socializzano devastazioni e povertà’. Uniamoci per proporre e attuare nuove forme di convivenza sociale intorno alla terra basate sul mutuo soccorso e sulla gestione dal basso delle risorse.  Le esperienze di autogestione e di riappropriazione della terra nate intorno a Firenze, i comitati che attuano forme di cura spontanea del  territorio e decine di contadini  invitano tutta la popolazione ad una giornata di confronto,di contaminazione, di informazione e di organizzazione a sostegno del loro impegno per la sovranità’ alimentare nel quadro delle mobilitazioni mondiali promosse dalla Via Campesina in occasione del cop 21 di Parigi.

L'agricoltura contadina ha oggi un' importanza fondamentale nel contribuire in modo sostanziale alla soluzione di alcuni grandi problemi che affliggono il nostro mondo . Anche nei nostri territori sono chiaramente visibili cambiamenti del clima e si riscontrano già i primi disagi sia nelle campagne sia nelle città . Ormai è certo come questi problemi, il cambio climatico, l'inquinamento e le terre aride non più produttive, siano originati da attività umane e non siano frutto di "fatalità". Pochi soggetti transnazionali traggono enormi profitti a danno della maggior parte della popolazione mondiale mentre i governi, ormai non più "sovrani" sui propri territori, continuano a non fare l’interesse della collettività che rappresentano e prendono provvedimenti contrari al bene comune come la vendita di terre pubbliche. Nonostante il grande contributo che sta dando, l’agricoltura contadina, per la soluzione dei problemi sociali e climatici continua ad essere ignorata se non addirittura messa “fuorilegge”, come proprio in questi giorni accade all'esperienza di Mondeggi che sta subendo un duro attacco da parte delle istituzioni che si trincerano dietro una pretestuosa retorica legalitar
ia.

ORE 10.00 Piazza Della Santissima Annunziata (FI) durante il Mercato della Fierucola

Interventi degli agricoltori, presentazione di libri, laboratori pratici per grandi e picc
oli
ORE 13.30 Pranzo Condiviso
 (portati forchetta, piatto, bicchiere e cibo da condivide
re)
ORE 15:30 ritrovo in piazza San Marco CORTEO DELLE CARRIOLE
 
Abbiamo pensato alla carriola come uno degli attrezzi che accomuna chi lavora la terra. Portatevene una e riempitela con i temi o i prodotti che vi riguardano. Vogliamo fare una marcia pacifica nel centro di Firenze passando sotto i palazzi istituzionali per ricordare ancora una volta la realtà di pubblico interesse che rappresentiam
o.
Non ci divideremo ancora una volta fra buoni e cattivi, non crediamo che i nostri nemici sono gli altri piccoli produttori e chi li sostiene. Si fanno leggi per cancellarci e si preparano accordi transatlantici (TTIP) per eliminare ogni possibile resistenza anche legale davanti ai profitti delle multinazionali.          
                                
  
Non stiamo a guardare!

Promuovono: Mondeggi bene Comune, I’Rovo, Terre di Lastra Bene Comune, Collettivo d’agraria, O.C.A (orti collettivi autogestiti), Genuino Clandes
tino

Aderiscono
La polveriera Spazio Comune (FI), Rete dei gas Fiorentini, Rete Semi Rurali, il popolo degli Elfi (PT),  Csa Next Emerson, Associazione Altrarno (Fi), Movimento Salviamo le Apuane, Comitato CinEtico (FI), Comitato fiorentino Stop TTIP, Medicina Democratica, Carta di Panzano (FI), Una città in comune (Fi),   RiMaflow, fabbrica recuperata di Trezzano sul Naviglio, Spazio Fuorimercato di Milano, Rete nazionale Communia, Ri-Make Milano, Communia Roma - Spazio di Mutuo Soccorso / Collettivi Universitari Sapienza, Diritti a Sud di Nardò (LE), SfruttaZero -  Nardò,  Solidaria - Bari; Fuori dal ghetto/OMB - Venosa/Palazzo S.Gervasio, Blocco Anticapitalista Versilise / Communia Viareggio, Mercato Terra Terra Roma,  Progetto Rebeldia (PI), Municipio dei beni comuni di Pisa, distretto di economia solidale Altro Tirreno, LaBoje Spazio Sociale Mantova, Eat the Rich, VAG61, Campi Aperti (BO) , NO TAV Presidio di Venaus, bio-mercatino Mangiasano Impruneta, Mamme No Inceneritore, Ateneo libertario 

Marcia per il Clima in Bici a Firenze - 29 novembre - Seconda edizione



La seconda edizione della marcia per il clima di Firenze ha visto la partecipazione di oltre cinquanta persone in bicicletta. Il tragitto percorso è stato da Scandicci fino alla comunità delle Piagge dove ci siamo uniti alle Mamme no inceneritore. Lungo il tragitto abbiamo fatto soste per parlare, piantare alberi e danzare tutti assieme. È stata un giornata fantastica: grazie a tutti i partecipanti e gli organizzatori!!!

Climate Bike March in Florence 2015 - Biciclettata per il clima 2015



Questo evento fa parte della Marcia Globale per il Clima. Il prossimo 30 novembre, leader politici da tutto il mondo si incontreranno a Parigi per iniziare i negoziati per il prossimo accordo sul clima. Per questo, il giorno prima, in tutto il mondo scenderemo nelle piazze e nelle strade per chiedere a ognuno dei nostri leader di impegnarsi a raggiungere il 100% di energie pulite. Insieme, possiamo spingere il mondo verso un accordo per il clima che rinunci all'energia inquinante e garantisca energie pulite per tutti.Scriviamo insieme un pezzo di storia: conferma qui sotto la tua partecipazione a questo evento della Marcia Globale per il Clima!

MDF aderisce alla Settimana internazionale contro i trattati di libero scambio

Un commercio per i popoli, non per le multinazionali!



Fermiamo TTIP, CETA, TiSA e TPP. No al rafforzamento del potere delle imprese!!

TTIP = trattato di libero scambio tra Unione europea e USA | CETA: trattato di libero scambio tra Unione europea e Canada| TiSA: trattato di liberalizzazione dei servizi | TPP: trattato di libero commercio transpacifico

Noi, organizzazioni della società civile, sindacati, contadini e attivisti dalle due sponde dell’Oceano Atlantico ci opponiamo al TTIP, al CETA, al TiSA e al TPP. Sono accordi commerciali che minacciano la nostra democrazia, i servizi pubblici, gli standard sociali e ambientali e che disarticolano l’agricoltura di qualità e di piccola scala, gli standard alimentari e farmaceutici, l’indispensabile transizione energetica e il nostro diritto e la nostra capacità di migliorare la nostra società. I beneficiari di questi accordi sono le grandi aziende, per le quali questi trattati sono stati progettati e negoziati, non certo i semplici cittadini.
In Europa, il movimento contro il TTIP e il CETA è cresciuto notevolmente negli ultimi due anni. Il 6 ottobre, la European Citizens’ Initiative contro il TTIP e il CETA compierà un anno avendo superato le due milioni e mezzo di firme. Per celebrare questo 
successo e per rinforzare le nostre richieste, scenderemo il piazza il 10 ottobre. Nello stesso momento, migliaia di persone marceranno in tutta Europa convergendo verso Bruxelles, per bloccare il vertice europeo del 15 ottobre e per dire no all’austerità, alla povertà e al TTIP.

In Nord America, in America Latina e sulle sponde del Pacifico, la società civile si è organizzata per bloccare la TransPacific Partnership (TPP), che con tutta probabilità si concluderà al più tardi quest’anno o nei primi mesi del 2016. E i cittadini statunitensi non saranno consultati: Barack Obama ha recentemente ricevuto dal Congresso l’autorizzazione al Fast Track per poter negoziare questi accordi segreti. Tuttavia, uomini e donne in tutti i PaesiTPP stanno cominciando a lavorare insieme come mai prima d’ora in una risposta coordinata per bloccare la globalizzazione 
delle imprese e costruire relazioni sociali, politiche ed economiche basate sulla giustizia, non sull’avidità.

Tra le due sponde dell’Atlantico, abbiamo visto negli ultimi decenni un pesante trasferimento di potere dagli interessi pubblici a quelli privati, una spinta per la liberalizzazione economica e finanziaria, la crescita delle ineguaglianze e della povertà, la distruzione dell’ambiente. Il TTIP, il CETA, il TiSA e il TPP stanno tentando di rendere irreversibili tali decisioni sbagliate. La nostra lotta per bloccare questi trattati segreti si salda quindi con quella dei movimenti sociali che resistono all’austerità, lottano contro il cambiamento climatico e per la giustizia sociale."
Dal 10 al 17 ottobre unisciti ai cortei, alle manifestazioni o organizza azioni locali in tutta Europa e in Nord America. Aiutaci a fermare il TTIP, il CETA, il TiSA e il TPP.

Vegano, crudista, vegetariano: non solo moda - CaffèScienza - 27 settembre ore 17


COWSPIRACY - the suistainability secret - 8 ottobre - Cinema Cinecittà Firenze


VOICES OF TRANSITION - 21 ottobre - Odeon Firenze

Mercoledì 21 Ottobre (ore 21) Odeon Firenze, per la sezione Odeon.Doc, presentaVOICES OF TRANSITION (sarà nostro ospite in sala Cristiano Bottone, tra i fondatori di Transition Italia). Come provvederemo alla nostra nutrizione in un futuro imminente? Quali sono le alternative all’agricoltura industriale? Come possiamo rendere possibile la transizione verso un sistema economico re-localizzato e davvero resiliente? Il film prova a rispondere a queste domande e mette in luce le contraddizioni intrinseche al nostro sistema di agricoltura industriale. L’opera indica un percorso verso un nuovo modello di esistenza umana, un percorso giusto, sano per l’ambiente, dove la terra e l’uomo si supportano a vicenda in un sistema equilibrato e sostenibile.
Sorretto dalla convinzione che la crisi in corso possa trasformarsi in catalizzatore di un cambiamento positivo, questo stimolante documentario punta i riflettori su un nuovo movimento globale. Incontriamo ricercatori, agronomisti, permacultori e pionieri del movimento Transition Town, che ci guidano tra Francia, Inghilterra e Cuba – verso comunità già in transizione verso una locale resilienza.
Voices of Transition, diretto dal regista franco-tedesco Nils Aguilar, esplora emozionanti esempi di cambiamento socio-ecologici in Francia, Inghilterra e Cuba. Il film è un documento indipendente e partecipatorio con l’ambizioso obiettivo di voler stimolare tutti gli spettatori a prendere parte al movimento sociale e ambientale mondiale. Si tratta di un “action movie” nel vero senso della parola: invece di rimanere seduti e guardare passivamente il documentario, gli spettatori sono chiamati ad alzarsi , unirsi al progetto e contribuire alla trasformazione della nostra società.
“Questo film educa, apre la mente a nuove possibilità e presenta una nuova visione di come il nostro sistema di produzione alimentare potrebbe essere. Alla luce della transizione storica in atto, questo film è uno strumento davvero potente” (Rob Hopkins).

VOICES OF TRANSITION (Fra/Ger, 100′) – Un film di Nils Aguilar
Mercoledì 21 Ottobre ore 21 – Cinema Odeon Firenze


JUST EAT IT - A FOOD WASTE STORY - 29 settembre - Cinema Odeon

Martedì 29 Settembre (ore 21) Odeon Firenze, in collaborazione conCinemAmbiente, FairMenti SenzaSpreco (sito ufficiale), presenta nella sezione Odeon.Doc JUST EAT IT – A FOOD WASTE STORY.
Il sistema alimentare americano spreca quasi il cinquanta per cento del cibo prodotto. Un dato ancor più impressionante se si pensa che il dieci per cento della popolazione non riesce a raggiungere il sufficiente fabbisogno energetico giornaliero. Ma si può vivere esclusivamente con gli scarti di una produzione che si basa sullo spreco? È quanto hanno dimostrato Jen Rustemeyer e Grant Baldwin, che hanno vissuto per sei mesi, ingrassando qualche chilo e risparmiando circa ventimila dollari, raccogliendo confezioni scadute o prossime alla scadenza, danneggiate o mal etichettate, e grazie a prodotti freschi scartati in quanto difettati oppure perché di dimensioni o forme non consoni alla vendita.

JUST EAT IT – A FOOD WASTE STORY (Canada, 75′) – Un film di Grant Baldwin
Versione originale con sottotitoli in italiano | Original version with Italian subtitles

 

Festa della riparazione - Restart party - Centro commerciale Novoli - sabato 5 settembre dalle 15 alle 18



Le associazioni dei consumatori in piazza per difenderci dalle truffe e dalle pratiche scorretti.
Inoltre i fantastici "restarter" saranno presenti per aiutarvi a riparare i vostri oggetti che credevate perduti.
Co' i Restarter un si butta via nulla!

Mercatino del dono e dello scambio - sabato 12 settembre - 15.30 - 19


Laboratorio di panificazione con grani antichi - Mondeggi - 7-8 settembre

Mondeggi - 7-8 settembre - Finalmente il pane di Mondeggi!

 
Laboratorio teorico-pratico di panificazione con grani antichi a lievitazione naturale
con Nicolas Supiot, contadino fornaio bretone
Aperto a tutti!
È arrivato il momento: la popolazione di grani antichi messa a coltura nei terreni abbandonati di Mondeggi sta per donarci i suoi frutti. I grani raccolti, sono pronti per essere macinati e trasformati.

Come celebrare i primi deliziosi pani prodotti da questo frumento, se non con una due giorni di laboratori e incontri sui grani antichi e sulla loro panificazione?
E lo faremo in compagnia di Nicolas Supiot, noto contadino fornaio bretone, attivo nella rete Semences Paysannes.

 Attività previste: lunedì 7 e martedì 8 settembre a Cuculia:

Laboratorio teorico-pratico di panificazione con grani antichi a lievitazione naturale
Visita-incontro su coltivazione e conservazione del grano
La macinazione, l'impasto, la cottura
Pane e socialità: verso il forno comunitario di Mondeggi
Rete Semi Rurali
Pranzi e cene condivise

A breve, programma dettagliato dell'evento e informazioni logistiche. Sarà chiesta un contributo libero.

Cari saluti

Mondeggi Bene Comune Fattoria senza Padroni

Serata evento su Papa Francesco e Ecologia - Odeon Firenze - 25 giugno ore 21

Un appuntamento per riflettere e discutere sui contenuti della nuova enciclica

A seguire la proiezione del documentario “Chasing Ice – Il mondo in pericolo”

Giovedì 25 Giugno (ore 21) Odeon Firenze e Navdanya International, in collaborazione con TerraNuova Edizioni e Un Tempio per la Pace, presentano l'evento speciale PAPA FRANCESCO E L'ECOLOGIA, un serata per discutere e rifletteresull’importanza storica dell’Enciclica di Papa Francesco dedicata all’ecologia (uscita il 18 Giugno) e alla responsabilità umana nel provocare i cambiamenti climatici, perché «l'umanità – come scrive Bergoglio - è chiamata a prendere coscienza della necessità di cambiamenti di stili di vita, di produzione e di consumo».

Nella sua enciclica sulla Terra, chiamata “casa comune”, Papa Francesco evidenzia come « La Terra sembra trasformarsi in un immenso deposito di immondizia e il problema è legato intimamente alla cultura dello scarto. (…) Le risorse vengono depradate a causa di modi di intendere l'economia e l'attività commerciale e produttiva troppo legati al risultato immediato. (…) A nulla ci serve descrivere i sintomi, se non riconosciamo la radice umana della crisi ecologica. Vi è un modo di comprendere la vita e l'azione umana che è deviato e contraddice la realtà fino al punto di rovinarla. (…) Il paradigma tecnocratico dominante stabilisce il metodo scientifico con la sua sperimentazione, che è esplicitamente una tecnica di possesso, dominio e trasformazione. (…) Da qui si passa facilmente all'idea di una crescita infinita e illimitata. (…) Ciò suppone la menzogna circa la disponibilità infinita dei beni del pianeta, che conduce a “spremerlo” fino al limite e oltre».

Interverranno al dibattito: Giannozzo Pucci e Maria Grazia Mammuccini (Navdanya International), Marco Vannini (filosofo ed esperto della mistica delle grandi religioni), Alfredo Jacopozzi (teologo del dialogo interreligioso), Ugo Bardi (docente Università di Firenze, Club di Roma e auore del blog “Effetto risorse”) e Osvaldo Santi (monaco del monastero di Pomaia), don Alessandro Santoro (Comunità delle Piagge).

A seguire proiezione di CHASING ICE – IL PIANETA IN PERICOLO di Jeff Orlowski, uno straordinario film documentario - premiato nei festival di tutto il mondo - sul ritiro dei ghiacciai, uno degli indicatori più visibili del cambiamento climatico nel mondo. Per conto della National Geographic, il fotografo James Balog si reca in Antartide per un servizio che possa aiutare a comprendere la situazione critica dei ghiacciai. In seguito all’esperienza, insieme ad un gruppo di giovani studiosi, mette a punto la EIS (Extreme Ice Survey), spedizione che ha come scopo la documentazione dell'inarrestabile cambiamento climatico in corso: mediante l'installazione di decine di macchine digitali in Montana, Alaska, Islanda e Groenlandia, Balog ottiene migliaia di fotografie che, montate in sequenza, testimoniano le conseguenze del riscaldamento globale. A conferma dell’improrogabilità del problema, è giunta in questi ultimi giorni un’allarmante notizia: in base ai dati del National Snow and Ice Data Center (NSIDC), il mese di Marzo 2015 ha registrato la più bassa estensione dei ghiacci nella storia delle osservazioni satellitari: persi 1,13 milioni di kilometri quadrati rispetto alla media di lungo periodo (1981-2010).

FESTIVAL DI MADRE NATURA - MONTESPERTOLI - 20-21 giugno



20-21 giugno – piazza Ninni Cassarà – Loc. Anselmo – Montespertoli
Festival di Madre Natura
ORGANIZZIAMOCI VERSO L'AUTOSUFFICIENZA
praticando autoproduzioni agricole ed alimentari, autorecupero e autocostruzione
(adesso possibile a seguito delle Linee Guida emesse dalla Regione Toscana con delibera 251 del 16-03-2015


In linea con i principi di Tanith, l'evento non avrà fine commerciale, ma giocosamente educativo
Sono stati organizzati laboratori esperienziali di tipo ludico e tecnico, per la lavorazione di materie prime naturali, sia per adulti che per bambini. Sarà comunque possibile acquistare alimenti ed oggetti tra I banchi dei laboratori stessi.

Il Festival è stato creato da una rete di persone locali e non, che desiderano acquisire e condividere strumenti di conoscenza verso l'autosufficienza, per svincolare se stessi e gli altri dalle tenaglie del consumismo.
Questo evento è frutto della collaborazione di molte Associazioni, Abitanti ed Aziende, che pur non partecipando stanno dando contributo concreto: i calici per vino prestati dalla Proloco di Montespertoli, tre stand fatti di tronchi dal Gruppo Novecento, una lavagna per scrivere il menù (prestata dal Cohousing di Firenze e realizzata da Alessio Gabrielli), Anfore con nanoparticelle di argento e piatti delle Ceramiche Virginia, grazie a Mirko Pucci e tutti coloro che stanno aspettando, diffondendo e condividendo.
 

Guest Star
La Segheria Mobile del Ticino
Un carrello con una sega di 6 metri che dalla Svizzera torna in Toscana per tagliare ad offerta libera gli alberi caduti o abbattuti.
IL TUO ALBERO? USALO! Facci un oggetto di arredo, assi, travi etc
TAGLIO SU PRENOTAZIONE:
carlo@boratt.ch
Strutturato ad impatto zero, l'evento è stato progettato in modo tale da ricevere e dare con consapevolezza alimenti, materie prime e soldi; creando un clima di collaborazione e scambio sereno tra gli organizzatori e gli espositori. A tal fine ci sarà solo a chi si sia pre iscritto i PRANZI e la CENA: laboratorioditanith@gmail.com  
Anche i MASSAGGI AYURVEDA devono essere necessariamente prenotati a vichylux@tin.it

TICKET DI INGRESSO (timbro-logo di Tanith): 

10,00 euro per gli adulti e 5,00 euro per i bambini fino a 12 anni per accedere a tutti I laboratori ed ass
icurazione-iscrizione a Tanith
DOVE: piazza Ninni Cassarà – Montespertoli – FI

Nuovo presidente e direttivo per MDF

Nel corso della recente assemblea dei soci nazionale del Movimento per la Decrescita Felice (MDF) svoltasi a Parma, Maurizio Pallante, storico fondatore e teorico di riferimento di MDF, ha deciso di non ricandidarsi alla presidenza. Per Pallante, ora Presidente Onorario di MDF, “non si tratta di fare un passo indietro – ha detto – ma di fare un passo di lato e in avanti, per lasciare spazio a nuove persone e nuove energie, per dedicarmi maggiormente agli aspetti relativi all’elaborazione del nostro pensiero, alla ricerca e alla formazione, nonché alla strutturazione del nascente Comitato Scientifico”.

Diventa, così, presidente di MDF Jean-Louis Aillon, giovane medico/psicoterapeuta e dottorando in antropologia, da tempo attivista nel Circolo di Torino e nel direttivo nazionale, nonché nel gruppo tematico Decrescita e Salute. E’ fresca e piena di entusiasmo la nuova squadra che è andata a comporre il direttivo, a partire dall’energica vice-presidente Lucia Cuffaro, dal segretario Antonio Mara e dal tesoriere Luigi Giorgio, insieme ad altre persone provenienti dai circoli di tutt’Italia: Michel Cardito, Valentina De Prosperis, Fabio Cimenti, Alessandro Lauro e Andrea Pavan.

Aillon riassume così quest’importante momento: “Ciò è per me davvero un grande onore. Ringrazio, ovviamente, in primis Maurizio Pallante, il quale in fondo è stato nella mia vita colui che per primo ha colto il germoglio del mio attivismo per farlo fiorire in un grande movimento. MDF è per me un qualcosa di davvero molto caro e vi assicuro che ce la metterò davvero tutta!

Ciò che mi piacerebbe fare in questi anni è lavorare su quattro assi: consolidare la nostra struttura (in particolare tramite il rafforzamento dei circoli e della comunicazione), fare rete con tutti i soggetti a noi affini, promuovere la ricerca e formazione sulle tematiche inerenti la decrescita ed infine… gettare il cuore oltre l’ostacolo! Pensare, quindi, oltre le nuvole e provare a lanciarci in qualche grande iniziativa che riesca ad arrivare oltre il nostro cortile. Penso per esempio ad un “bike tour” estivo fra le realtà sostenibili e virtuose nel Sud Italia! In questi anni abbiamo fatto passi da gigante, ma molto è ancora da fare per dare a questo gigante dai piedi d’argilla scarpe robuste da indossare ed un sentiero sempre più ampio e limpido su cui camminare, a partire dal nostro cuore pulsante e rivoluzionario: i circoli territoriali.”

Il Movimento per la Decrescita Felice

“Caro Onorevole ti scrivo”: l'Europa e l'Italia Stop TTIP


“Caro Onorevole ti scrivo”: l'Europa e l'Italia Stop TTIP
verso il voto del 10 giugno al Parlamento europeo


Un'ondata crescente di pressione politica da parte delle cittadine e dei cittadini europei e italiani per chiedere che i diritti delle persone, dei lavoratori e dell'ambiente non vengano svenduti agli interessi delle lobbies economiche.
E' partita la campagna di Stop TTIP Italia, la coalizione di più di 250 organizzazioni della società civile che si oppone al negoziato commerciale tra Stati Uniti e Unione Europea, verso gli Europarlamentari chiamati al voto.

Gli strumenti per far sentire la propria voce saranno il mail bombing e i tweets di protesta, che giungeranno all’apice nella giornata del 10 giugno, durante la votazione a Strasburgo della Risoluzione sul TTIP, che darà indicazioni alla Commissione Europea sui limiti e le criticità da considerare durante il negoziato. Oltre a questo decine di iniziative sul territorio nazionale, la mobilitazione degli oltre 40 comitati territoriali, il rilancio della petizione europea ormai vicina ai due milioni di firme serviranno a spingere per un voto contrario al documento di compromesso che dà corpo ai peggiori fantasmi già evocati dalle reti sociali in tempi non sospetti e per sottolineare, ancora una volta, la necessità di un blocco dei negoziati Usa - UE.

La questione dell'arbitrato internazionale, il rischio di un pesante abbattimento degli standard sociali e ambientali, di qualità del cibo e del lavoro, la nascita di organismi tecnici di regolamentazione senza alcun controllo da parte di quelli democraticamente eletti, la privatizzazione dei servizi: tutto questo è sul piatto di una mensa imbandita, i cui unici invitati sono i grandi gruppi di interesse economico.

Contro questo attacco senza precedenti ai diritti fondamentali, la mobilitazione dal basso si snoderà attraverso il 5, 6 e 7 giugno con presidi e iniziative di controinformazione, rivolte ad una cittadinanza tenuta sostanzialmente all’oscuro dei negoziati dai grandi organi di stampa. Milano, Torino, Roma, Firenze, Genova e decine di altre città hanno in programma uno o più eventi nella cornice di questa tre giorni di mobilitazione internazionale. Seguirà, il 9 giugno, la partecipazione al consueto #TTIPTuesday, che vede l'invio di un'ondata di tweets ai parlamentari ogni martedì della settimana, per sensibilizzarli sui rischi del TTIP, e la mobilitazione diffusa il 10 giugno durante il voto a Strasburgo.

“La società civile di entrambe le sponde dell'Atlantico è mobilitata a tutela dei diritti di tutti” sottolinea Monica Di Sisto tra i portavoce della Campagna Stop TTIP Italia, “per far presenti le critiche e le argomentazioni che, nonostante il tentativo di delegittimazione da parte del Governo Italiano e della Commissione Europea, stanno trovando comunque spazio nella discussione al Parlamento Europeo come abbiamo dimostrato in un'analisi puntuale sulla Risoluzione Lange. La tutela dell'agricoltura di qualità italiana e delle economie locali non è un 'mito', ma è parte integrante di un'uscita sostenibile dalla crisi”.

“Il confronto aspro a Bruxelles della scorsa settimana alla Commissione Commercio Internazionale sull'arbitrato”chiarisce Elena Mazzoni, tra i coordinatori della Campagna italiana, “mostra come la questione della tutela delle prerogative democratiche dei Paesi non sia un optional. E come la proposta di compromesso della Commissione Europea non sia solo inapplicabile, ma anche insostenibile politicamente: non serve un arbitrato sugli investimenti in un accordo tra Paesi avanzati come Usa e Ue”.

 “Le recenti rivelazioni di Wikileaks” sottolinea Marco Bersani, tra i promotori della Campagna Stop TTIP Italia, “mettono in evidenza il tentativo di negoziare questi trattati lontano da occhi indiscreti. La presunta trasparenza del TTIP, ad esempio, ancora largamente insufficiente, è stata ottenuta solo grazie alle forti pressioni della società civile e di alcuni europarlamentari, tenuti lontano dalle stanze che contano: Il TTIP è anche una questione di democrazia”.

Il fine settimana Stop TTIP sarà anche l’occasione per inviare dai territori un chiaro messaggio ai leader del G8 riuniti in Germania, che in cima all’agenda hanno proprio l’accordo TTIP. In particolare, verrà rilanciata la petizione europea tesa a raccogliere adesioni contro il trattato. Obiettivo è raggiungere quanto prima i due milioni di firme.

Campagna Stop TTIP Italia

La campagna di pressione sugli europarlamentari
http://stop-ttip-italia.net/verso-il-10-giugno-a-strasburgo-ora-tocca-a-te/

La petizione europea
http://stop-ttip.org/firma

MONTESPERTOLI-Festival di Madre Natura-organizziamoci verso l'autosufficienza - 20-21 giugno

20-21 giugno
piazza Ninni Cassarà – Montespertoli - FI
FESTIVAL di MADRE NATURA
organizziamoci verso l'autosufficienza
… tornando a casa con uno o più strumenti di conoscenza pratica verso l'autosufficienza in agricoltura, in edilizia ed in salute…sempre usando la materia prima donata da Madre Natura
GUEST STAR
La Segheria Mobile del Ticino che taglierà alberi e tronchi fino a 2,5 m ai privati ad offerta libera, per dedurci assi e travi
ORGANIZZAZIONE ECONOMICA (leggere bene)
Questo è un nuovo modo di creare eventi. L'evento è di tutti.
Strutturato ad impatto zero e creato da una rete di persone che desiderano acquisire e condividere
strumenti che portino a poco a poco a svincolarsi dal sistema.
Tutto sarà fatto in modo tale da evitare sprechi, di cibo, di materie e di soldi;
creando un clima di collaborazione e scambio reciproco dei saperi.
Con la massima trasparenza che verrà data ai contribuenti circa le entrate e le uscite.
L'evento non è in alcun modo sostenuto da finanziamenti pubblici.
E' stato chiesto ed è in fase di approvazione l'uso del suolo con parziale blocco del traffico in area
parcheggio della piazza Ninni Cassarà, anche a fine di mercato con agevolazioni economiche, considerando
il valore sociale ed ambientale che riveste l'evento, ed essendo senza scopo di lucro.
Attualmente è stata sostenuta dall'associazione organizzatrice "Tanith" una marca da bollo di 16 euro a tal
fine, al momento del ritiro dovrà essere pagata una ulteriore marca da bollo dello stesso valore.
L'uso del suolo dovrebbe essere di circa 20 euro per tutta l'area.
E' stata fatta richiesta anche del patrocinio dell'Unione dei Comuni dell'Empolese Valdelsa.
La produzione di tutta la grafica è stata sostenuta completamente dall'Associazione Tanith.
La pubblicità dell'evento su Facebook, a pagamento, è un costo sostenuto dalla Segheria Mobile, per il momento di circa 250 euro.
Sono stati ordinati 1000 piccoli dépliant in formato biglietto da visita per divulgare l'iniziativa al costo di circa 20 euro sostenuto da Sarah.
Sono state pagate 20 euro le stampe di cinquanta locandine A3 da appendere.
I biglietti son stati legati a dei sacchetti fatti di juta (ovvero porzioni di balle che servono a
trasportare chicchi di caffè, materiale di scarto nella produzione della polvere, donate dalla ditta Moka Palma).
I sacchetti sono riempiti di lavanda (dono di Valentina Cioni) o sapone naturale (dono in parte di Marco Pasqualin, in parte di Sarah Gracci).
Il filo di juta ha avuto circa 6 euro di costo sostenuto da Sarah Gracci.
Irene Polic Greco con Sarah ed Adriana Ramerini si sono occupate della realizzazione dei sacchetti e dei cartelloni da appendere.
Nei prossimi giorni verranno distribuiti ed appesi sul territorio, nei locali e nei negozi.
Ogni sacchettino verrà preso a seguito di una offerta.
Chi decide di averlo partecipa già alla realizzazione dell'evento, e prende in modo consapevole un oggetto che gli è "costato".
All'ingresso sia espositori che visitatori pagheranno 5 euro di iscrizione all'associazione Tanith che si sta occupando
dell'organizzazione, pubblicità ed assicurazione dell'evento.
I pasti saranno a menù fisso ed economicamente accessibili; preparati dall'ARCI con alimenti "gentili" a
base di verdure, legumi, frutta e cereali locali e solo a chi si sia pre iscritto, per evitare sprechi dei doni di Madre Natura.
I visitatori pagheranno inoltre a Tanith 5 euro per poter partecipare ai laboratori, come ticket ci sarà il timbro - logo Tanith sul braccio.
L'evento non avrà fine commerciale, ma educativo, in linea con i principi su cui è stata fondata Tanith.
Pur potendo vendere, ogni associazione, privato e azienda partecipante, deve comunque offrire un piccolo laboratorio esperienziale.
L'obiettivo dell'evento è quello di poter dare strumenti concreti utilizzabili nel quotidiano, verso
l'autosufficienza ed l'autonomia .
ISCRIZIONI OBBLIGATORIE PER TAGLIO LEGNA E PER I PASTI:

Tiziano Terzani: la forza della verità. Presentazione del libro di Gloria Germani - 28 maggio - ore 17:30



Il pensiero di Tiziano Terzani è oggi più che mai attuale

Ne parliamo con Gloria Germani e Antonello Cresti il 28 maggio alla Sala del Paradiso della Biblioteca di Villa Bandini - via di Ripoli 118 alle ore 17:30

Tiziano Terzani e la Rivoluzione Gentile.
La crisi del Capitalismo,il rapporto difficile tra Oriente e Occidente,le nuove sfide lanciate dal Movimento per la Decrescita,la questione ambientale, l'ingordigia della società dei consumi,la non violenza come stile di vita. Discussione ed invito alla riflessione sui problemi del nostro tempo in compagnia della scrittrice Gloria Germani

Interverrà il saggista Antonello Cresti

Iniziativa promossa dalla commissione cultura del Quartiere 3 di Firenze

Scuola estiva della decrescita 2015 - 6-12 settembre - Torino


Economia circolare per un futuro a zero rifiuti - 9 , 16 , 23 , 30 aprile e 5 maggio - Sala ex leopoldine - piazza Tasso 7



Presentazione del libro Vivere Basso Pensare Alto - 30 aprile - ore 18 - libreria Ibs


Terra Nuova Edizioni e Movimento per la Decrescita Felice-Firenze

organizzano
la presentazione del libro

di Andrea Strozzi (Terra Nuova Edizioni)

GIOVEDI' 30 APRILE ALLE ORE 18
Presso
LA LIBRERIA IBS, VIA DE' CERRETANI 16/R, FIRENZE
Con la moderazione di Gloria Germani vice-presidente Circolo MDF Firenze, scrittrice, filosofa, ricercatrice e studiosa della vita e del pensiero di Tiziano Terzani.

E' ancora consentito, al giorno d'oggi, coltivare un ideale? E inseguire i propri sogni? Che prezzo devono avere i valori, per essere ritenuti praticabili?
In questo libro, a metà strada fra un diario privato e un saggio, troviamo la testimonianza di un ex business-strategist che, negli anni, ha avviato una seria riflessione sulla sostenibilità delle proprie scelte di vita, arrivando oggi a rifiutare definitivamente un modello socioeconomico in cui non si riconosce più e scegliendo di comunicare agli altri la sua personalissima strategia per il cambiamento.
Un testo che è anche un'esortazione ad agire, prima che sia troppo tardi, ad abbandonare l'abitudine alla delega e a prendere finalmente nelle proprie mani il destino, individuale e collettivo, della nostra società e del nostro habitat.
__,_._

Presentazione del libro "Tiziano Terzano la forza della verità" - Libreria Ibs Firenze - venerdi 27 ore 18



Presentazione del libro di Gloria Germani "Tiziano Terzano la forza della verità" presso la Libreria Ibs Firenze in via De Cerretani 16r - venerdi 27 ore 18


"La soluzione ai problemi umani non può venire dalla ragione, perché proprio dalla ragione è all'origine di gran parte di quei problemi. La ragione è dietro all'efficienza che sta progressivamente disumanizzando le nostre vite e distruggendo la terra da cui dipendiamo. La ragione è dietro alla violenza con cui crediamo di metter fine alla violenza. La ragione è dietro alle armi che costruiamo e vendiamo in sempre maggiore quantità per poi chiederci come mai ci sono così tante guerre e tanti bambini che vengono uccisi. La ragione è dietro alla cinica crudeltà dell'economia che fa credere ai poveri che un giorno potranno essere ricchi mentre il mondo in verità si sta sempre più spaccando fra chi ha sempre di più e chi ha sempre di meno"

Tiziano Terzani

dal libro "Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo" di Tiziano Terzani

Limite Sostenibile - Baccaiano - Montespertoli - 9 e 10 maggio


LE ASSOCIAZIONI RISCOPRONO UNA CITTÀ A MISURA DI BAMBINO
TRA ANIMALI DA CORTILE, ORTAGGI DI STAGIONE, GIOCHI E TANTI LABORATORI
Tutte le info: http://www.limitesostenibile.it/

Genuino Clandestino:va in scena la resistenza contadina - Oblate - 27 febbraio - ore 17:30



 Presentazione nazionale del libro "Genuino clandestino"27 febbraio ore 17.30
biblioteca delle Oblate, via dell'Oriuolo 26, Firenze

Il 27 febbraio a Firenze presentazione nazionale del libro “Genuino clandestino” (Terra Nuova Edizioni), la storia e le realtà del movimento che costruisce giorno per giorno in Italia la resistenza contadina in nome della terra come bene comune. 

Quasi 300 pagine che ripercorrono dieci tappe, dal Piemonte alla Sicilia, per raccontare il Movimento con un diario di viaggio, approfondimenti e fotografie. 
«Genuino Clandestino è un movimento che parte dalle pratiche, nel momento in cui cittadini e contadini si auto-organizzano - dicono gli autori, Roberta Borghesi, Michela Potito, Sara Casna e Michele Lapini - creando mercati di vendita diretta, sistemi di garanzia partecipata, momenti di scambio di saperi e informazione, spazi di rivendicazione di diritti legati alla sovranità alimentare, alla difesa della terra e dei territori. 

Un mondo reale e concreto, che costruisce. Un movimento che non ha portavoce né strutture gerarchiche, ma si è dato un manifesto di principi condivisi. 
Contadini e consumatori che hanno creato forme di resistenza quotidiana all’agrobusiness, alla green economy, verde solo nella facciata, alla logica del profitto che sfrutta terra e forza lavoro, che distrugge relazioni sociali e equilibri ecologici». La scelta di campo è chiarissima e netta. La sovranità alimentare è la strada, fondamentale è la tutela della rete sociale e ambientale che “dà vita” al cibo e che di esso si nutre.